Milan Fine dei giochi: incedibili Dinho e T. Silva

Assolutamente incedibili. Accerchiato dalle indiscrezioni di mercato - italiane e straniere - che vorrebbero Ronaldinho sedotto dalle sirene dei Galaxy di Los Angeles e Thiago Silva rapito dalle lusinghe di Mourinho e del suo Real il Milan spende poche parole per arginare la piena di voci e commenti, cucendo il destino dei due brasiliani con un filo rossonero. Il club di Via Turati in un laconico «comunicato ufficiale» fatto balenare sul suo sito «riconferma ancora una volta l’assoluta incedibilità dei propri giocatori Ronaldinho e Thiago Silva». Quanto basta per mettere un freno al gossip imperante - almeno per oggi - e spingere l’agente-fratello di Ronaldinho, Roberto De Assis, a sbandierare il desiderio del Gaucho di rimanere a Milano e non farsi tentare da possibili proposte in arrivo dall’altra parte dell’Oceano Atlantico. Dinho, ha osservato a Sky Sport «è felice» con il Milan e «non lascerà la squadra. Non mi è arrivata nessun offerta di nessun club straniero», ha aggiunto. Sistemate le indiscrezioni relative a Thiago Silva e Ronaldinho , l’attenzione del Milan è tutta rivolta al campo, con l’appuntamento in amichevole con il Panathinaikos a Detroit (differita alle 21 su Mediaset Premium Calcio), e all’altra gemma brasiliana della sua rosa: Alexandre Pato. Il «papero» ha infatti rimediato una leggera distorsione alla caviglia destra durante la rifinitura ed è stato costretto a lasciare il campo: potrebbe saltare anche la prima partita del nuovo Brasile di Mano Menezes in programma martedì 10 a New York contro gli Stati Uniti.