Milan formato Brasile: debutta Amoroso, si rivede Cafu

Ancelotti smentisce le voci su Materazzi: se ne riparlerà a giugno. Del Neri sulla graticola: Zamparini tratta Papadopulo

da Milano

Riecco la coppa Italia e Ancelotti accende i riflettori. «È venuto il momento di concentrarsi su questo torneo» manda a dire chissà fino a che punto ascoltato dai suoi. Le mosse dell’allenatore portano a valorizzare la sfida di stasera a San Siro contro il Palermo. Debutta infatti Amoroso, l’ultimo arrivato a Milanello dopo la partenza di Vieri per il Principato di Monaco. «Spero di far subito bene» manda a dire il diretto interessato che non è ancora al massimo della condizione. Si rivede, dopo quasi due mesi di assenza dovuti a problemi familiari (suo padre è stato operato in Brasile), Cafu che potrebbe giocare per circa un’ora prima di cedere il passo al giovane Marzoratti. Recuperato anche Rui Costa, rimasto fuori a Siena per una distorsione alla caviglia mentre si giocano un bel po’ di credito Vogel e Jankulovski che devono dimostrare di meritare maggior spazio. Escluso il ritorno di Stam in patria (andrà via a giugno), Ancelotti ha anche smentito voci su Materazzi rossonero, «non ne ho sentito parlare» la sua frase che non dice tutta la verità. Moratti ha sbarrato la strada, ma i rossoneri vorrebbero riparlarne a giugno: il difensore nerazzurro è insoddisfatto dell’utilizzo fin qui ricevuto. Nel frattempo in Francia federcalcio e lega hanno chiesto chiarezza sul caso Marsiglia.
Continua a rosolare sulla brace Luigi Del Neri, allenatore del Palermo, che Zamparini continua a mettere in discussione (voci ripetute su una trattativa con Papadopulo per la sostituzione). Ieri l’allenatore ha preferito restare in silenzio, «voglio stare tranquillo». Stasera in attacco schiererà il tandem costituito da Di Michele e da Godeas, con Caracciolo a riposo.