Milan, Galliani blinda Allegri: «Resta al 101 per cento»

Dopo la convincente vittoria per 4-0 contro il Chievo, l'ad rossonero elogia la squadra e il tecnico: «Non esiste alcun problema per il rinnovo del contratto di Allegri»

«Non esiste alcun problema per il rinnovo del contratto di Massimiliano Allegri. Il tecnico resta al Milan al 101 per cento». Sono queste le parole dell'amministratore delegato rossonero Adriano Galliani all'indomani della fragorosa vittoria del Diavolo contro il Chievo, battuto per 4-0.
Il dirigente, intercettato in Via Rosellini all'arrivo in assemblea di Lega Calcio, smentisce dunque qualsiasi intoppo per il rinnovo del contratto di Allegri, in scadenza nel 2012. Galliani ha parlato anche del tanto sospirato Carlitos Tevez: «Se arriverà? E chi lo sa - ride -. Voi quando parlo di Mister X non ci credete mai e pensate che scherzo... Vediamo, non è detto che arrivi Tevez, c'è tempo, il mercato apre il 3 gennaio. Cassano? Ci manca, quel che è certo è che ad inizio anno siamo partiti con un attaccante in più e adesso non ce lo abbiamo. Siamo disposti a prendere un attaccante solo in prestito gratuito con diritto di riscatto. Chi è interessato può scrivere al Milan in via Turati...».
Infine Galliani parla del match di ieri sera contro il Chievo: «Abbiamo giocato veramente bene, ma bene bene, raramente ho visto un Milan così intenso, così aggressivo e con tanta voglia di fare. Se per lo scudetto è un duello Milan-Juve? Adesso sembrerebbe così, ma si fa presto a cambiare». L'ultima battuta l'ad rossonero la fa su Shevchenko e Ibrahimovic: entrambi hanno tagliato il record dei 100 gol in Serie A contro il Chievo e indossando la maglia del Milan. L'anno del traguardo dell'ucraino fu scudetto, la storia si ripeterà? «Non lo so - sorride Galliani -. So solo che Ibra è fortissimo e ha fatto vincere lo scudetto ad ogni squadra in cui ha giocato».