Il Milan non vuole vincere a Palermo, la Roma si ferma, vola la Lazio

Kakà sbaglia un rigore, Ronaldo centra la traversa: i rossoneri pareggiano a Palermo e restano distanti dal terzo posto. Corre la Lazio di Delio Rossi (3-1 al Catania). Roma sotto di due gol, poi Totti le regala il pari a Verona

Milano - Si fermano tutti. Corre solo la Lazio. E' un'infrasettimanale che dice bene ai biancocelesti di Delio Rossi. A dire il vero la Lazio patisce per più di sessanta minuti il gioco del Catania di Marino. all'Olimpico Colucci porta anche in vantaggio gli etnei, poi emerge la qualità dei padroni di casa. Che nel recupero dilagano con Rocchi (3-1).
Milan Il Milan gioca un bel primo tempo a Palermo, ma Kakà sciupa un rigore (generoso) e molte buone occasioni nei primi 45'. Poi entra Ronaldo, stoppato dalla traversa. Guidolin compatta i suoi e tiene a distanza una delle pretendenti al terzo posto del suo Palermo.
Roma La Roma è distratta, il Chievo la sorprende in avvio. Gli uomini di Del Neri viaggiano a grande velocità fino al 2-0. Poi due perle di Totti ristabiliscono la parità e i giallorossi sciupano qualche buona occasione nel finale.
Le altre Una Fiorentina meno brillante del solito aggancia la Reggina in extremis su rigore, ma Toni, prima, aveva sbagliato diverse palle gol. E' manna per la Sampdoria il successo casalingo sull'Atalanta (ma il rigore è un'invenzione). Successo scacciacrisi del Torino sul Cagliari nella sfida dei due allenatori di ritorno. De Biasi è più fortunato di Giampaolo, ma soprattutto deve ringraziare Abbiati: strepitoso.
 

Ascoli-Parma 0-0

Chievo-Roma 2-2
17' Cross d'esterno di Semioli da sinistra, Bogdani di testa anticipa Chivu e realizza
33' Palla filtrante per Semioli che lascia sul posto i difensori centrali della Roma e batte Doni
35' Angolo dalla destra, sponda di Cassetti di testa e Totti inzucca in tuffo sul secondo palo
46' Lancio di 40 metri per Totti. Il capitano controlla di petto al limite dell'area, protegge con il corpo il pallone dall'intervento di D'Anna e supera Squizzi con un sinistro rasoterra

Empoli-Messina 3-1
14' Cross dalla trequarti destra per la testa di Saudati che non perdona Caglioni
35' Corner vellutato di Vannucchi, Marzoratti schiaccia di prepotenza per il 2-0
64' Ancora calcio d'angolo di Vannucchi, ancora colpo di testa di Saudati: 3-0. Niente da fare per Caglioni
90' Lavecchia per Alvarez in area che segna di destro. E' il gol della bandiera per il Messina

Lazio-Catania 3-1
18' Calcio d'angolo da sinistra, Colucci anticipa Cribari e beffa Ballotta
60' Cross basso da sinistra di Zauri per Pandev, che di destro mette sotto le gambe di Pantanelli. La palla balla sulla linea e l'attaccante laziale ribadisce in gol
87' Cross di Jimenez dalla destra, torre di Tare di testa sul primo palo, Siviglia arriva a rimorchio sul secondo e infila di sinistro per il 2-1
93' Rocchi sfrutta un erroraccio della difesa catanese e sigla il 3-1

Palermo-Milan 0-0
9' Fontana para un rigore (dubbio, per atterramento di Gilardino da parte dello stesso portiere). Sul dischetto era andato Kakà
84' Traversa colpita da Ronaldo, entrato al posto di Gilardino

Reggina-Fiorentina 1-1
12' Foggia entra in area da destra, salta Gamberini in dribbling, poi tira e, grazie a una deviazione di Pasqual, batte Frey
86' Rigore per la Fiorentina, per fallo di mani di Aronica. Mutu batte Campagnolo dal dischetto e pareggia 

Sampdoria-Atalanta 2-1
8' Ventola entra in area da sinistra e scarica un destro incrociato che fulmina Castellazzi
71' Tiro da 30 metri di Palombo, deviazione involontaria di testa di Bazzani che inganna Calderoni e vale il pareggio
82' Volpi batte Calderoni su calcio di rigore. Rigore assegnato per un (molto presunto) tocco di mano di Talamonti

Siena-Livorno 0-0

Torino-Cagliari 1-0
24' Cross di Rosina dalla sinistra, Bovo stacca di testa e anticipa tutti i difensori

La classifica: Inter 66, Roma 53, Palermo 45, Lazio 40, Empoli 38, Milan 37, Sampdoria 33, Fiorentina 32, Udinese, Catania e Atalanta 31, Livorno 28, Siena 26, Torino 25, Cagliari e Chievo 23, Reggina 21, Messina 20, Parma 17, Ascoli 15. Palermo e Catania una gara in più. Udinese e Inter una in meno