Il Milan perde i pezzi ma ritrova i tre punti

Con Pato e Ronaldinho in panchina e Kakà e Sheva in tribuna, decide Seedorf. La Fiorentina vince in extremis e torna quarta. Colpaccio del Genoa a Napoli. In coda, successo per il Torino che esce dalla zona retrocessione.

Vincono le prime sei, nelle posizioni di prestigio la Serie A non cambia. Dopo i successi ottenuti ieri negli anticipi da Inter, Juventus e Roma, la venticinquesima giornata della massima divisione si è conclusa con le vittorie di Milan, Fiorentina e Genoa, risultati che hanno lasciato invariata la corsa allo scudetto e quella per la Champions League. Il Milan, in una partita caratterizzata da un finale nervoso, ha piegato il Cagliari per 1-0 grazie ad un gol di Clarence Seedorf, andato a segno al 65'. Il centrocampista olandese, sonoramente beccato dal pubblico rossonero nelle ultime settimane, dopo il gol-partita si è rivolto al pubblico mostrando provocatoriamente l'orecchio: «È inutile fischiare quando qualcuno sbaglia», ha detto Seedorf a fine gara, «ci complicano il gioco». Grazie a questo successo il Milan sale a 48 punti e resta a due lunghezze dalla Juventus ed a 11 dall'Inter capolista. I rossoneri hanno tre punti di vantaggio sulla Fiorentina, riuscita a sconfiggere in rimonta il Chievo con un gol di Adrian Mutu al 94'. La marcatura dell'attaccante romeno è stata a lungo contestata dai giocatori del Chievo, innervositi apparentemente per un presunto fallo non fischiato al centro del campo (l'azione del gol è iniziata e si è conclusa con un calciatore veneto a terra a centrocampo). La Fiorentina, che conserva il quarto posto, ha un punto sul Genoa, riuscito a sbancare il San Paolo battendo 1-0 il Napoli grazie ad un gol di Bosko Jankovic al 69'. Negli altri incontri da segnalare il ritorno al successo della Lazio dopo cinque giornate senza vittorie (2-0 a Lecce), mentre a Genova la Sampdoria ha piegato l'Atalanta per 1-0 con un gol di Giampaolo Pazzini, servito da uno splendido assist di Antonio Cassano. Stesso risultato in Torino-Udinese, con i piemontesi lanciati fuori dalla zona retrocessione grazie al decisivo gol di Paolo Hernan Dellafiore. Il Catania ha sconfitto la Reggina 2-0. In classifica il Lecce è terzultimo a quota 22 davanti a Chievo (20) e Reggina (17). RISULTATI Milan-Cagliari 1-0 (65' Seedorf/M); Napoli-Genoa 0-1 (69' Jankovic/G); Lecce-Lazio 0-2 (10' Foggia/L; 50' Kolarov/L); Fiorentina-Chievo 2-1 (13' Morero/C; 73' Gilardino/F; 94'Mutu/F); Sampdoria-Atalanta 1-0 (61' Pazzini/S); Torino-Udinese 1-0 (80' Dellafiore/T); Catania-Reggina 2-0 (35' Capuano/C; 74' Potenza/C). Disputate ieri: Palermo-Juventus 0-2 (27' Sissoko/J; 79' Trezeguet/J); Roma-Siena 1-0 (63' Taddei/S); Bologna-Inter 1-2 (57' Cambiasso/I; 79' Britos/B; 82' Balotelli/I). CLASSIFICA: Inter 59 punti; Juventus 50; Milan 48; Fiorentina 45; Genoa 44; Roma 43; Cagliari 37; Atalanta e Palermo 36; Napoli e Lazio 35; Udinese 31; Catania 30; Sampdoria 29; Siena 27; Bologna e Torino 23; Lecce 22; Chievo 20; Reggina 17.