Il Milan può sorridere con Jankulovski

Il Milan, allo stadio comunale di Cornaredo, ha battuto 7-0 il Lugano, continuando, tra esperimenti tattici e intese da perfezionare, la fase di avvicinamento agli impegni ufficiali della prossima stagione.
Al 21’ il vantaggio dei rossoneri. Vogel verticalizza per Shevchenko che tocca in direzione di Gilardino. Il Gila, con una precisa sponda di prima, pesca Kakà che, nel cuore dell’area, non può sbagliare. Il raddoppio arriva al 34’ e porta la firma del neoacquisto Jankulovski, all’esordio con il Milan. Angolo di Seedorf, respinta della difesa e tiro di destro del mancino ceco che, approfittando di un’incertezza del portiere, segna il primo gol da milanista.
Nella ripresa Ancelotti cambia uomini e modulo, optando per la difesa a tre. Meno fraseggi e più verticalizzazioni e azioni in velocità. Il 3-0 arriva al 7’ ed è opera di Sheva che, su cross di Rui Costa, stoppa di petto in piena area e tira sotto la traversa. Al 12’ è il turno di Serginho. Il brasiliano sfrutta un ottimo assist del connazionale Cafu, si porta avanti la palla con il petto e beffa il portiere in uscita. La cinquina è di Bobo Vieri. Un gol dei suoi, con controllo a centro area e palla in rete. Il 6-0 è di Rui Costa che, al 34’, approfitta di un assist di tacco del giovane Ardemagni e appoggia di destro alle spalle del portiere. Infine, al 44’, il secondo acuto di Vieri, che si fa trovare pronto all’appuntamento con la doppietta personale.
Unica nota stonata la difesa che, aiutata poco e male in fase di interdizione dai centrocampisti, ha concesso qualche occasione di troppo.