Milan, serata nera a Madrid La Roma ko in casa col Basilea

Rossoneri mai in partita, uno-due dei fenomeni di Mourinho e la squadra di Allegri va al tappeto in un quarto d'ora (2-0). Giallorossi in difficoltà. Al vantaggio di Frei risponde Borriello, poi Inkoom e Cabral

Madrid - Vede le streghe il Milan al Santiago Bernabeu. Hanno il 7 e il 23 sulle spalle, di nome fanno Cristiano Ronaldo e Mesut Ozil. In un quarto d'ora riducono a brandelli la difesa milanista. Il portoghese batte Amelia su punizione (è il 13'). Un minuto dopo il tedesco di origine turca sfrutta un assist del compagno (e una deviazione di Bonera) con un piattone a centro area. Ma sono l'organizzazione e la velocità delle merengues di Mourinho a impressionare. Il primo tempo è da rullo compressore. Ritmi vertigionosi, accelerazioni che lasciano senza fiato la squadra di Allegri. La superiorità milanista a centrocampo non paga. Troppo lenti Pirlo e Seedorf, troppo defilato Ronaldinho. I polmoni di Gattuso non bastano. Xabi Alonso e Khedira conducono le danze. I rossoneri prima dell'intervallo bussano alla porta solo su punizione di Pirlo che Casillas toglie dall'incrocio dei pali (è il 29').

Troppi rischi per il Milan Dopo l'uno-due dei madridisti i rossoneri sono in ginocchio. Non un tiro in porta. Al 34' la prima idea decente di Ronaldinho (apertura da destra a sinistra) pesca Seedorf solo in area, ma l'olandese conclude alto di potenza. Poi è solo Real. Al 37' la discesa di Ronaldo è incontenibile. Doppia finta dal limite e tiro teso sul primo palo: Amelia vola e mette in corner. Al 40' altro rischio. Di Maria imbecca Ronaldo, che dal fondo centra per Higuian. Gattuso lo anticipa in scivolata, ma il rimpallo finisce all'argentino. Il pallone finisce alto. Al 43' capolavoro dei blancos. Triangolo Ozil-Ronaldo-Ozil. Il piatto sinistro del tedesco dal cuore dell'area chiama Amelia a un altro allungo decisivo. L'intervallo è una benedizione, ma il Milan ne esce senza slanci. Al 7' Higuan colpisce da solo di testa a centro area, ma il portiere rossonero risponde presente. Il Real gestisce pallone e ritmi. I rossoneri non vanno mai al tiro. Al 26' Marcelo entra in area da sinistra e serve Ronaldo al centro, ma il piattone è a lato. Primi squilli all'ingresso di Robinho (per Ronaldinho) e Inzaghi (per Pato). Il brasiliano numero 70 scende al centro con velocità e serve il bomber sulla sinistra, cross basso per Inrahimovic e Casillas devia in corner. Al 38' ancora Robinho. Destro velenoso sul primo palo, ancora il portiere madridista in calcio d'angolo. La serata nera del Milan si chiude così. Con una classifica che ora si fa insidiosa. Real Madrid solo a 9 punti. Staccati a 4 Milan e Ajax (che supera l'Auxerre 2-1), francesi a zero.

La Roma in crisi Doveva essere la serata facile dei giallorossi. Quella da sfruttare per garantirsi la qualificazione agli ottavi di finale. Invece all'Olimpico si vede un Basilea formato deluxe: tre tiri e tre gol. E una Rometta allungata e imprecisa. Che tira tanto, ma spreca altrettanto. In vantaggio con Frei (sinistro da fuori area potente e preciso), gli svizzeri si fanno raggiungere al 21' da un'idea eccezionale di Totti (tocco di prima spalle alla porta a centrocampo) che lancia Borriello alle spalle della difesa: sinistro beffardo alle spalle del portiere. I giallorossi spingono, ma prima dell'intervallo passano ancora gli elvetici. Un destro da fuori area di Inkoom non lascia scampo a Lobont. Nella ripresa gli uomini di Ranieri osano ancora di più. Ma Taddei è fermato dal palo e Brighi, tutto solo a centro area, mette alto sulla traversa. E nel recupero Cabral, mettendo a sedere mezza difesa, firma il 3-1. Si complica il cammino in Champions della Roma. Il Bayern supera il Cluj 3-2 e vola a quota 9. Dietro è bagarre con romeni, giallorossi e Basilea a 3.