Il Milan è tornato «grande» con Pato e Kakà e Seedorf

Milano. Il Milan torna grande (almeno per una domenica) e rifila quattro gol a una Lazio finora solida e a punteggio pieno. Il turn over rossonero lascia fuori due come Ronaldinho e Shevchenko. Mosse azzeccate perché chi sta dentro - Pato e Seedorf - segna e gioca. Parte l’olandese dopo 8 minuti. Dopo il pari di uno Zarate imprendibile - almeno all’inizio - Zambrotta insacca un «missile» da 30 metri. Il Milan gioca sul velluto. Arriva l’uno-due brasiliano con Pato (di testa) e Kakà (una meraviglia a girare sotto l’incrocio), e alla fine il terzo «fenomeno» - Dinho - prende una traversa.