Un milanese su cinque trascorre le feste sulle piste da sci

Un milanese su cinque è partito dopo le feste, ma mezza città è rimasta a casa. In 330mila che stanno trascorrendo le feste fuori città: di questi per oltre 90mila la vacanza è iniziata da prima della Vigilia, mentre la maggior parte, più di 200mila, si è messo in viaggio solo dopo Natale. La spesa media pro capite si aggira attorno ai 1.200 euro, ma oltre un milanese su sei tra quelli in viaggio si è concesso una vacanza più dispendiosa, dal costo superiore ai 1.500 euro. Lo rivela un sondaggio della Camera di commercio di Milano, realizzato attraverso Digicamere con metodo Cati, su 801 cittadini di Milano, Roma e Napoli a dicembre 2010.
Quasi la metà dei lombardi, il 39,2%, ha scelto l’Italia come destinazione delle proprie vacanze, mentre uno su 10 ha optato per una capitale europea. Molti anche quelli che hanno scelto la Spagna (6,3%) o, in cerca di sole fuori stagione, l’Egitto e gli altri Paesi arabi (2,5% ciascuno) e quest’anno un milanese su cento è in Argentina e Patagonia o in Tanzania. Oltre un viaggiatore su 7 appartiene, invece, al cosiddetto «popolo degli indecisi» e la scelta su dove trascorrere le feste è stata presa solo all’ultimo minuto, confidando anche nelle occasioni last-minute. Tra i milanesi in viaggio, circa uno su tre si è rivolto a un’agenzia per organizzare la vacanza, mentre uno su quattro si affida al fai-da-te su internet, soprattutto tra i giovani under 35 (25%).