Milanesi all’altare con scarpe-gioiello e vestite di petali

In Fiera le collezioni per il giorno del sì: oggi le donne lo dicono convinte, ma non una volta sola

Paola Bulbarelli

Le ultime tendenze nella scelta degli abiti da sposa. Sono emerse da un’indagine dell’Unione del Commercio di Milano realizzata in occasione della 29esima edizione di «Sì SposaItalia Collezioni», il salone organizzato fino al 26 giugno ai padiglioni 18 e 19 di Fieramilanocity da Expocts, società leader nell’organizzazione di fiere (partecipata al 51% da Fiera Milano e al 49% dall’Unione del Commercio). La donna che convola a nozze ha un’età media di 34 anni, vuole sentirsi «sposa» ma sceglie un abito più da sera che tradizionale, non rinuncia al velo e dà sempre più importanza alla scarpa, che diventa «gioiello». Cambiano le coppie: sono sempre di più le donne che si avvicinano ai 40 anni e aumentano quelle che ripetono il fatidico sì in seconde nozze.
Questo, in sintesi, l’identikit della sposa moderna: una donna più «matura», più preparata culturalmente e già inserita nel mondo del lavoro, con una propria collocazione sociale. È un’evoluzione che negli ultimi anni si è sempre più consolidata: dalla «sposa bambina» degli anni ’60 alla «sposa consapevole» di oggi che in molti casi ha già fatto un’esperienza di convivenza, magari ha un figlio alle spalle, ma crede nel legame matrimoniale e corona il proprio sogno con più consapevolezza. Il giorno del sì è comunque un momento speciale, complici anche certi matrimoni da favola, e soprattutto da rotocalco, che hanno contribuito non poco a far sognare il proprio matrimonio come quello dei giornali. Dalla manager più ambiziosa alla politica all’impiegata, a unire tutte c’è la navata di una chiesa o la sala di un municipio (a Milano si registrano più matrimoni civili che religiosi) da attraversare con uno splendido abito con tanto di bouquet in mano e marcia nuziale.
«Si Sposa Italia» è una risposta a tutto questo. Su uno spazio espositivo di oltre 14 mila metri quadrati sono presentate più di 160 collezioni per 139 espositori: abiti e accessori per la sposa, abiti da cerimonia e d’alta moda maschile, scarpe, veli, acconciature, bigiotterie sapranno dare un orientamento anche ai più incerti. Oltre 6mila gli abiti per lei e mille per lui. Impossibile non trovare quello adatto a ognuno. Quest’anno SposaItalia ha anche pensato a come far vivere in modo assolutamente originale, speciale e innovativo il fiore del giorno delle nozze. Nasce da un’idea di Vogue Sposa «Flower. Un abito per un solo giorno»: una mostra di abiti-installazione, vere e proprie opere di art-garden, pezzi unici per spose eccentriche. Delicate idee e provocazioni di sei flower designers: Alberto Dell’Orto, Elisabetta Cardani, Paola Corsini, Michele Zaurin, Partner & Flower Design, Tearose Interiors.