Milanesi divisi fra mare e relax a casa

Fiavet: la vacanza preferita in Liguria o Toscana. Record di voli negli aeroporti

Due ponti in due settimane grazie alle feste del 25 aprile e del primo maggio. Se poi si considerano le vacanze pasquali e la pausa scolastica per le elezioni politiche, in questo mese non sono mancate le occasioni per «staccare» dagli impegni, allontanarsi dalla città e godere del tempo libero. Che cosa hanno scelto i milanesi? Secondo Fiavet Lombardia, la federazione degli agenti di viaggio dell’Unione del Commercio, la vacanza preferita è nelle case al mare. Gettonate quindi Liguria, Toscana, Emilia Romagna e Sardegna. Anche la montagna registra un boom, grazie alla neve che è ancora abbondante e all’onda delle Olimpiadi per le aree del Sestriere e di Bardonecchia. Fra le mete all’estero torna Sharm el Sheikh dopo la lunga pausa per la paura degli attentati dell’anno scorso. Continuano a crescere i viaggi nelle città europee merito anche dei voli low cost. Oltre a Parigi, Londra e Madrid emergono Talin in Estonia e città minori come Bratislava. Verso l’Europa dell’est Alitalia ha raddoppiato i voli settimanali per Timisoara, Sarajevo e Cracovia. Fra le destinazioni oltreoceano Cuba, Santo Domingo, Mauritius e Brasile. Sono 1,5 milioni i passeggeri che transiteranno da Malpensa e Linate durante i due ponti. Secondo Sea, la società che gestisce gli scali, le punte massime si sono registrate ieri e si ripeteranno venerdì 28 con 110mila passeggeri al dì, dei quali 80mila a Malpensa e 30mila a Linate.
Ma non c’è solo la fuga dalla città: sono sempre di più milanesi che scelgono di restare a casa quando Milano si svuota, per rilassarsi e riappropriarsi degli spazi liberi. È quanto emerge da uno studio realizzato da Expocts (società del gruppo Fiera e dell’Unione del commercio) che indica nella categoria dei manager i nuovi rappresentanti di questo trend. Il 21 per cento degli interpellati ha dichiarato di aver deciso di lasciare l’auto in garage e di volere restare per almeno uno dei due fine settimana lunghi in città per una mini-vacanza rigenerante. Le motivazioni? Nel 21 per cento dei casi perchè esistono più spazi liberi in cui muoversi in libertà, per frequentare un centro benessere (18 per cento) (c’è anche chi chiama il personal trainer a domicilio), per dedicare del tempo a se stessi (18 per cento) o alla propria famiglia (13 per cento).