Milanesi Uno su tre affezionato al Comune Uno su dieci alla Regione. Meglio l’Europa

Il Comune è l’ente locale con cui i milanesi si riconoscono di più: il 33% del campione a fronte del 39% che si riconosce maggiormente nell’Italia e del 9% che dice di identificarsi nella Regione (il 17% nell’Europa). Sono i dati di un sondaggio Ipsos promosso da Assoedilizia, Amici di Milano, Associazione Stak, City Angeles, Coordinamento comitati di quartiere, Comieco e Legambiente, presentato ieri a Palazzo Marino. La maggior parte dei cittadini, il 58%, ritiene che negli ultimi 10 anni il senso civico dei milanesi sia diminuito. Solo il 19% è invece convinto che il civismo sia aumentato. Secondo la ricerca Ipsos a preoccupare i milanesi sono più le cattive azioni legate al denaro (le «bustarelle» e l’evasione fiscale per il 27%, ma anche il prelevare i soldi trovati in un portafogli perso da qualcuno per l’8%), che i comportamenti negativi legati all’ambiente. Solo per l’8% del campione interrogato l’azione maggiormente contraria al senso civico si identifica con l’abbandonare i rifiuti in luogo pubblico. L’82% ritiene che la raccolta differenziata sia un indicatore di civismo. Quanto alla sicurezza stradale se 10 anni fa per l’80% dei milanesi la strada era soprattutto degli automobilisti, oggi questo valore è crollato al 43%, a favore di mezzi pubblici e pedoni, rispettivamente per il 21% e il 17%. Tra i comportamenti ritenuti più dannosi, aver bevuto qualche bicchierino di troppo, per il 36%, non rispettare la segnaletica, per il 49%, e telefonare mentre si è al volante, per l’8%.