Milanetto e De Rosa ok A ruba le maglie dei baby

Effetto Viareggio: nel giro di una manciata d'ore quindici delle diciannove maglie dei grifoncini, vittoriosi al prestigioso torneo giovanile sono andate a ruba al Genoa Store. Testimonianza di una passione, di un momento storico da cristallizzare con le divise di quei ragazzi che dopo 42 anni sono riusciti a colorare nuovamente di rossoblù la Coppa Carnevale. Testimonianza anche di una lungimirante politica di marketing che ha spinto i dirigenti del Genoa a realizzare per la finale le maglie personalizzate ora diventate oggetto da collezione. La squadra ha proseguito la preparazione a Pegli e la buona notizia è rappresentata dal pressocché completo recupero di Omar Milanetto. Il regista, che già martedì aveva mostrato segnali incoraggianti, ieri dopo essere stato sottoposto in mattinata a cure idroterapiche a Lavagna, è tornato ad allenarsi al Pio dove è rientrato in gruppo anche De Rosa. Più difficile sembra invece il recupero di «Lupo» Greco che prosegue la sua preparazione differenziata.
Intanto sul fronte giudiziario con l'audizione degli avvocati di Luigi Gallo, ex patron del Venezia e i giocatori Stellini e Caccia si è conclusa ieri la tornata di testi della difesa nel corso del processo per la presunta «combine» nella partita Genoa-Venezia, di cui è accusato il patron del Genoa Enrico Preziosi. Il processo continuerà martedì prossimo con la requisitoria dei pm Giovanni Arena e Alberto Lari.