Milano, 31enne stuprata dal branco davanti al fidanzato

La vittima, appartata con un amico in macchina, ha descritto gli aggressori come stranieri sui
25-30 anni. I quattro
sono fuggiti portando con loro il denaro della coppia. La violenza è durata due ore

Milano - Una ragazza di 31 anni è stata violentata a turno da quattro stranieri mentre tenevano immobilizzato il fidanzato, minacciandolo con una pistola. L’episodio è avvenuto ieri sera a Segrate, provincia di Milano. I due, intorno alle 23, si trovavano fra via Cassanese e via Morandi, fermi nella loro utilitaria a chiacchierare. Quattro individui si sono avvicinati all’auto e uno di questi vi è entrato impugnando la pistola e minacciando il giovane alla guida di andare in una cascina poco distante. Mentre l’auto si dirigeva verso la struttura, gli altri tre seguivano il mezzo a piedi. Qui tenendo immobilizzato il giovane sotto la minaccia dell’arma hanno violentato la ragazza per due ore, alternandosi e tenendo sempre sotto controllo il suo fidanzato. Dopo la violenza i quattro sono fuggiti e la ragazza è stata portata alla clinica Mangiagalli dove è stato accertatao lo stupro. Le vittime hanno descritto gli aggressori come stranieri sui 25-30 anni, anche se non hanno saputo specificare se nordafricani o dell’Est Europa. I quattro sono fuggiti portando con loro il denaro della coppia.