«Milano ad agosto è morta: perciò chiudiamo i negozi»

«Non teniamo i negozi aperti se la città è deserta». A parlare così è il vicepresidente vicario di Confcommercio ,Adalberto Corsi, che entra a gamba tesa nel dibattito lanciato sulle pagine del Giornale, sulla serrata d’ agosto. «Milano non è una città turistica e non si può pensare che gli stranieri vengano qui solo per lo shopping, dal momento che i musei sono chiusi» il discorso.
Bene dunque a un tavolo con Palazzo Marino per avviare un lavoro di squadra: «Milano anche in vista di Expo deve diventare una città attraente».