A Milano il bike sharing raddoppia

Nel giro di un anno, la rete milanese delle biciclette pubbliche a noleggio raddoppierà con cento nuove stazioni che copriranno la città fino alla cerchia filoviaria della 90-91

Milano - La fase 2 è iniziata. Entro la fine del 2011 la rete milanese delle biciclette pubbliche a noleggio raddoppierà. Cento nuove stazioni copriranno la città fino alla cerchia filoviaria della 90-91.
A inaugurare il nuovo step del servizio Bikemi ci hanno pensato il sindaco Letizia Moratti, l'assessore al Verde Maurizio Cadeo e il numero uno di Atm Elio Catania, i quali hanno tagliato il nastro per il primo stallo di periferia in piazza Lodi.

Già in primavera saranno attive 50 nuove stazioni che raggiungeranno quota 100 alla fine del prossimo anno, con una dotazione di biciclette che arriverà a quota 2.250. "La bicicletta è un mezzo molto amato dai milanesi - ha affermato Letizia Moratti - lo conferma il grande successo che il servizio di Bike Sharing ha riscosso tra i cittadini e che vede Milano al primo posto in Italia e al quinto in tutta Europa".

Terminata la fase 2, sarà la volta della fase 3, nella quale Bikemi offrirà ai milanesi duecento stazioni di prelievo e 3.650 biciclette pubbliche. "Bikemi - ha affermato Catania - è a tutti gli effetti un nuovo e importante tassello della piattaforma integrata di mobilità milanese, che si integra alla rete tradizionale per rispondere sempre meglio alle esigenze di chi si muove".