Milano, bruciata la bandiera israeliana

Il corteo è aperto da giovani palestinesi che sventolano le bandiere del loro
Paese e innalzano striscioni con la Stella di David sormontata dalla svastica

Milano - Durante il corteo, che da Porta Venezia si sta dirigendo verso San Babila, organizzato dalla comunità palestinese lombarda, contro i raid israeliani nella striscia di Gaza, alcuni manifestanti hanno dato fuoco, sventolandola in aria, ad una bandiera israeliana. Due sono gli striscioni, comparsi all’altezza tra corso Venezia e via Palestro, che hanno aperto il corteo.

Scritte minacciose Il primo, con il simbolo di Rifondazione Comunista recita: "Contro il razzismo uniti si vince". Il secondo, invece, è un grande telo rosso con una scritta in arabo in nero e sotto, in italiano, "stop al massacro nazi-sionista. Palestina ai palestinesi" e di fianco c’e disegnata una bandiera israeliana e una svastica. Lungo il tragitto, i manifestanti hanno scandito cori contro il ministro della difesa israeliano Barak, e il presidente Olmert.

Stella di David con la svastica Il corteo è aperto da giovani palestinesi che sventolano le bandiere del loro Paese e innalzano striscioni con la Stella di David sormontata dalla svastica. Il corteo è particolarmente chiassoso e i manifestanti lanciano nella loro lingua slogan contro Israele e gli Stati Uniti. Al corteo ci sono anche rappresentanti di Rifondazione comunista con le bandiere, ma la maggioranza dei partecipanti è formata da giovani arabi.