Milano cade ancora, Siena fa tremare Mosca

Siena sfiora l’impresa a Mosca (70-74), Milano si risparmia il cappotto ad Istanbul (70-80) con un finale decente (18-11). Brivido caldo per i campioni d’Italia contro il CSKA, colosso d’Europa, che rischia fino in fondo, graziato da Stonerook e dal McIntyre che perde i due palloni decisivi. Solito freddo per l’Armani che, dopo una bella partenza 7-0, regge l’urto nei primi 10’ (20-18), ma poi si squaglia come succede alle squadre messe insieme con colla scadente: 43-28 a metà gara e poi ancora 69-52 dopo 30’. A questo punto l’Efes di Blatt ricomincia a balbettare come fa in campionato e come ha fatto nella prima giornata di Eurolega, segna due punti in 6’ e l’Olimpia si rifà sotto, mandando in campo anche il Touré che sembra il primo tagliabile se ci sarà rivoluzione tecnica nei prossimi giorni. Nicholas trova il canestro per togliere dall’incubo i turchi, Milano mette insieme quello che può, trascinata da Bulleri e Sesay, ma è troppo tardi per ribaltare il risultato.
Mosca conferma che il Montepaschi non cede mai e a 1’27" dal termine va addirittura avanti di 3 (67-70) con la coppia Kaukenas e Lavrinovic che completa una bellissima partita. I liberi di Smodis per il sorpasso a 1’ dalla fine, due errori dalla lunetta di Anderson, il tiro sbagliato di Stonerook, un libero di Smodis su 2 per il 72-70, McIntyre avrebbe la palla del sorpasso ma si mangia la grande occasione perdendo poi anche la palla decisiva nell’attacco che poteva sigillare la grande impresa.
Negli occhi resta la quasi impresa e bisogna dire che da Mosca se ne va una squadra italiana che in questa Eurolega non starà soltanto a guardare. Oggi le trasferte della Virtus a Vitoria e di Roma a Madrid contro il Real, tutte due in diretta dalla Spagna su Sky, partendo alle 20.