È Milano la capitale dei centri di benessere

Ai milanesi piace piacere e piacersi. I settori del benessere, infatti, crescono a Milano del 6,2% tra primo trimestre 2009 e 2010, più che nel resto della Lombardia e in Italia dove le crescite si fermano rispettivamente al +4,4% e +4,1%. A dirlo è un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano sui dati del registro delle imprese, al primo trimestre 2010 e 2009.
Nel panorama lombardo Milano detiene il primato di imprese attive nel settore del benessere con 2.081 attività che costituiscono il 31,3% del totale regionale e il 6,2% di quello nazionale. Nel dettaglio, a Milano operano 216 palestre (il 6% del corrispondente totale italiano), 448 centri per il benessere fisico (il 17,8% tra quelli attivi in Italia) e 1.417 istituti di bellezza (il 5,2% del totale nazionale). E se nell’ultimo anno le palestre milanesi registrano una leggera flessione (-0,9%), crescono gli istituti di bellezza (+4,9%) e registrano un vero e proprio boom i centri per il benessere fisico (+14,9%). Un trend dalle implicazioni anche sociali e culturali, considerata anche il boom dei prodotti cosmetici «Halal», ovvero lecito, concesso. Un vero e proprio must per chi segue i dettami della legge islamica, a conferma di un mercato sempre più globalizzato anche nel settore beauty. Il settore registra un giro d'affari di 560 mln di dollari in tutto il mondo, forte di una base di consumatori, stando alle stime, di 1,8 miliardi di persone distribuite in 100 diversi Paesi e con trend demografici positivi.