Milano capitale dell’ambiente: oltre 200 eventi in sette giorni

Oltre duecento eventi, una sfilata di 130 relatori tra ministri stranieri e italiani, sindaci delle grandi città tra cui Roma e Torino, architetti ed esperti di fama mondiale. Da oggi all’11 giugno Milano ospita il Festival internazionale dell’ambiente, promosso da Comune (che ha dato un contributo di 220mila euro), Provincia, Regione, Camera di commercio e Ministero dell’Ambiente. Sarà una «tappa» di avvicinamento all’Expo 2015, con lezioni di educazione ambientale per tutti, spettacoli, sport, giochi, eventi sparsi in tutta la città. E approfittando della presenza di tante istituzioni, sabato il «popolo» ambientalista si è dato appuntamento proprio a Milano (alle 15 in piazza San Babila, arrivo ai giardini di Porta Venezia) per una «Marcia per il clima»: cittadini, associazioni come Legambiente, organizzazioni di categoria e anche il Pd scenderanno in piazza per chiedere «subito meno emissioni di CO2, più efficienza energetica e più energie rinnovabili».
L’apertura del Festival, oggi alle 11 all’Auditorium del Sole 24 Ore in viale Monterosa, è affidata ai padroni di casa: il sindaco Letizia Moratti, il governatore Roberto Formigoni, al presidente della Provincia Filippo Penati e della Camera di commercio Carlo Sangalli che si confronteranno sui cambiamenti climatici per costruire il futuro. Alla tavola rotonda parteciperanno tra gli altri il presidente del Bie Jean Pierre Lafon, il direttore dell’Istituto di scienze dell’atmosfera e del clima Franco Prodi.
Bene avere una mappa per scegliere gli appuntamenti sparsi tra le varie location: dal Museo di storia naturale alla Casa dell’energia, da piazza Selinunte al termovalorizzatore di Silla. Ad Assolombarda oggi si discute di ambiente e salute; al Palazzo dei Giureconsulti sabato si parla di nucleare con Chicco Testa e Giuliano Zuccoli e lunedì Gianni Alemanno, Sergio Chiamparino, Letizia Moratti, il ministro Prestigiacomo si confronteranno sulla «città sostenibile». All’Acquario civico il paesaggista Andrè Fleury insegnerà ad usare al meglio le risorse della terra, alla Triennale si alterneranno Massimiliano Fuksas, Aaron Betsky della Biennale di architettura di Venezia, Giovanni Petrini di «Fa’ la cosa giusta». Alla Loggia dei Mercanti l’ambasciatore olandese in Italia Egbert F.Jacobs terrà una lecture su «C’era una volta il paese delle biciclette».
Dibattiti ma anche 7 giorni di concerti e divertimento. La musica degli Africa Unite apre oggi alle 20.30 il Villaggio sostenibile in piazza del Cannone, una piccola città della cultura ambientale creata dall’associazione Milano Bella da vivere, con 11 dibattiti, 40 ore di laboratori ecologici, cucina biologica, danze e musica dal vivo. Un villaggio a impatto zero, dato che tutte le emissioni di anidride carbonica generate dai concerti saranno «compensate» con la creazione di nuove foreste in Costa Rica. Domani sera proiezione del film di Al Gore «Una scomoda verità». Cinema all’aperto anche alla Loggia dei mercanti, mentre al teatro Ciak Marco Paolini metterà in scena uno spettacolo sul tema dell’acqua. Sport e giochi nel weekend al parco Lambro, dove si potrà assistere al «ritorno delle farfalle» con 500 esemplari in volo. Uno spettacolo.