Milano «capitale» delle reliquie sacre (e profane)

L’indaffarata e materialista Milano è una delle città italiane a più alta concentrazione di reliquie sacre e profane. La Santa Ganassa in San Cristoforo; la Sacra Fascia della Beata Vergine in San Marco, come pure il Crocifisso Miracoloso di Santa Prassede, la ciocca di capelli di Lucrezia Borgia alla Biblioteca Ambrosiana o il calco della mano destra di Toscanini al Museo della Scala. Processioni, traslazioni, benedizioni, suppliche nei momenti di pestilenza o di guerra: fu questo l’importante compito svolto dai resti sacri