Milano che vergogna

da Milano

Vergognosa Armani. Ecco la Milano del basket di oggi per i 7.500 che ancora credono di poterla amare. Orgogliosa Siena. Ecco come sono i campioni che al Forum hanno lasciato 23 punti dietro le scarpette rotte e i pensieri arrivati dopo la nottata di coppa Italia. Lavrinovic (18) e Sato (15) bellissimi. Non si capisce, invece, cosa servono certi innesti nella squadretta di Caja. Si capisce bene, invece, cosa potrà fare uno intelligente e con carattere come Drake Diener (6 p. 2 su 5 al tiro da 3) per il Montepaschi. Anche perché dietro si agita con giuste ambizioni l'Air Avellino, squadra dell'anno, che sabato sera a Biella ha ottenuto la quinta vittoria consecutiva in campionato, l'ottavo successo dal 13 gennaio considerando le tre partite che le hanno dato la coppa Italia sul campo di Casalecchio.
Armani asfaltata in un attimo, era già a meno 16 dopo 5'38", investita dal treno verde di McIntyre ed Eze che neppure si accorgeva del povero Conroy che regala subito 2 palloni ai nemici prima di nascondersi. Milano molle sulle gambe, vuota nell'anima, confusa nella gestione tecnica che sembra non sapere cosa fare del nuovo innesto Maresca, con Katelinas mogio mogio in panchina come Aradori, sfruttando oltre il limite (38'30"!) il Gengis Gallo Gallinari che va elogiato, ma anche guidato e corretto.