Milano chiusa per smog Ecco come sopravvivere tra sport, musei e parchi

Ci siamo. Proprio come la settimana scorsa, un’altra domenica a piedi per tentare di mitigare gli altissimi livelli di smog di cui è afflitta Milano. Tutti a casa? Neanche per sogno, perchè il blocco può rivelarsi un’ottima opportunità per vivere la città. Su queste pagine pubblichiamo un vademecum sulle cose da fare o vedere in questa giornata particolare, da trascorrere a piedi, in bicicletta (finalmente) o utilizzando i mezzi pubblici. Si può approfittare dei musei tutti aperti e delle mostre appena inaugurate, lasciarsi trasportare dalle visite guidate negli spazi d’arte cittadini - come il nuovissimo Museo del Novecento - ma anche godere dei primi raggi di sole per stare all’aperto. Le occasioni non mancano nei parchi cittadini dove proprio oggi prendono il via, tra l’altro, le sedute di preparazione alla Stramilano. Pronti via. Così, mentre per i viali cittadini non mancheranno i soliti estrosi a cavallo o in monopattino, teatri e cineteche offrono alle famiglie e ai bambini un ricco programma mattutino e pomeridiano. Non mancano concerti e concertoni. Tutto esaurito quello delle prove aperte alla Scala che vede l’orchestra Filarmonica diretta a sorpresa da Riccardo Chailly. Ma gli appassionati di classica potranno dirottare anche al teatro Filodrammatici o al Dal Verme. Tanta arte da guardare, come quella della fotografa iraniana Shirin Neshat a Palazzo Reale, ma anche da comprare a prezzi... discount in un’originale fiera allestita in uno spazio di via Tortona. Ma si può anche approfittare per una visita a edifici storici generalmente chiusi al pubblico: come il quattrocentesco Palazzo Isimbardi, sede della Provincia, oggi aperto al pubblico fino alle 17.