Milano città d’arte? I turisti confermano

Non di solo business vive Milano: i turisti riscoprono la sua arte, e in questi giorni la fanno sentire meno deserta. «L’aumento delle presenze quest’estate è visibile - afferma l’assessore Giovanni Bozzetti -. Anni fa non si pensava a Milano come città da visitare per la sua cultura, il merito della rivoluzione va agli sforzi compiuti per promuoverla». Ora, sostiene, «bisognerebbe incrementare il turismo giovanile, con più offerte a basso costo». I turisti vogliono spendere poco, tant’è che in piazza del Cannone il self service viene affollato dagli stranieri. Anche l’Ostello di via Salmoiraghi è già tutto esaurito per Ferragosto. Per il presidente degli albergatori, Alberto Sangregorio, «i turisti hanno calato la capacità di spesa. Ma ad agosto le possibilità per dormire in città con poco non mancano, serve invece una migliore informazione». In cima alla classifica delle preferenze, i turisti mettono sempre piazza Duomo, visitata da circa tremila persone al giorno. «Peccato - si lamentano un po’ tutti - per le impalcature».
SERVIZI A PAGINA 38