Milano city marathon, ultime 48 ore per iscriversi

Ormai ci siamo. Restano due giorni per iscriversi alla Milano city marathon che partirà domenica prossima, il 4 dicembre. Quarantotto ore per misurarsi sul nuovo tracciato milanese che porterà i maratoneti per la prima volta anche nell’hinterland nei comuni di Rozzano, Assago e Buccinasco.
Il Consorzio Milano Marathon infatti ha fissato nella mezzanotte di martedì 29 novembre l’ultimo termine per potersi assicurare il pettorale di gara. Le iscrizioni ovviamente sono a prezzo pieno (45 euro per gli iscritti UE e 60 euro per chi si iscrive da Paesi extra UE). Comincia anche a delinearsi la «griglia» dei campioni tra cui spiccano come «sicuri» il keniano Cheribo, vincitore lo scorso anno e il connazionale Rotich, brillantissimo secondo nell’edizione 2002. Per la definizione degli uomini e delle donne di punta italiani occorrerà invece attendere ancora qualche giorno. Il numero totale degli iscritti ha comunque abbondantemente superato quota quattromila.
Per quanto riguarda la parte tecnica grande curiosità suscita il nuovo tacciato che sembran essere molto veloce e in una domenica in cui non è previsto il blocco del traffico, dovrebbe avere anche un ridotto impatto sulla città. La gara infatti non si avvita su se stessa e soprattutto non coinvolge a lungo le stesse zone della città.
Da Porta Venezia ci si avvia in piazza della Repubblica per i Bastioni di Porta Volta e il Monumentale da cui si torna in viale Tunisia per poi imboccare Corso Buenos Aires. L’arteria commerciale percorsa quasi per intero per poi girare in via Gran Sasso e imboccare tutta la circonvallazione esterna per uscire da Milano in direzione sud. Si toccano Rozzano, Assago e Buccinasco per rientrare in città dal Naviglio Grande. Circonvallazione mediana sino a viale Abruzzi da dove si svolta Corso Buenos Aires per la direttissima verso il Duomo, luogo d’arrivo. Per diminuire i disagi è stato ritoccato anche il tempo limite: da 7 a 6 ore. Correranno anche i disabili, a bordo di carrozzine olimpiche ed handbikes. Quest’anno infine si è pensato anche alle famiglie, che avranno l’opportunità di una corsa tutta per loro – una «non competitiva», la ViviMilano Family Walking – sugli ultimi tre chilometri della maratona.