Milano Clinica degli orrori: quindici anni al primario

Quindici anni e mezzo di carcere. È questa la condanna inflitta in primo grado a Pier Paolo Brega Massone, l’ex primario della chirurgia toracica della Clinica Santa Rita di Milano, principale imputato al processo per gli interventi ritenuti inutili e dannosi effettuati su un’ ottantina di pazienti con lo scopo di gonfiare i rimborsi da parte del Servizio sanitario nazionale.i. Condannati anche i suoi due «aiuti», Fabio Pietro Presicci e Marco Pansera, rispettivamente, a 10 anni e 6 anni e 9 mesi di carcere. «Sono il capro espiatorio di una situazione più ampià», ha commentato Massone. A cinque degli altri sei medici finiti alla sbarra, sono state inflitte pene che vanno da un anno e mezzo per Augusto Vercesi ai 2 anni, 11 mesi e 27 giorni per Giorgio Raponi e Eleonora Bassanino. Unico assolto l’ex anestesista Giuseppe Sala.