Milano, convegno per svelare le nuove regole dei mercati finanziari

Le crisi internazionali fanno tornare di attualità il dibattito sull'evoluzione dei mercati alla luce del varo di nuove regole. Giovedì a Milano è in programma la tavola rotonda «Verso il nuovo 2011 tra Basilea 3, New Mic e uno scenario di nuove regole per i mercati finanziari»

Che anno sarà per i mercati finanziari? E soprattutto, con quali regole? Giovedì sera, 2 dicembre, nella cornice del Noon Lounge Bar di via Boccaccio 4 a Milano, è in programma la tavola rotonda «Verso il nuovo 2011 tra Basilea 3, New Mic e uno scenario di nuove regole per i mercati finanziari», organizzato da Assiom Forex, l'Associazione degli Operatori sui Mercati Finanziari, con il supporto di List. Relatori autorevoli esperti ed esponenti di spicco di Abi e Consob.
Le crisi internazionali fanno tornare prepotentemente di attualità il dibattito sull'evoluzione dei mercati finanziari domestici ed europei alla luce del varo di nuove regole che saranno formulate anche nella revisione delle Direttive europee. La tavola rotonda prende in considerazione quell'ambito delle regole che sono in corso di adozione nel nostro ordinamento. L'impegno delle banche centrali e dei governi alla creazione di un coordinamento necessario ad uscire dal ciclo prodotto dagli eccessi di liquidità ormai strutturalmente presenti a livello mondiale. Ne è un esempio la politica monetaria espansiva della Fed, che interviene per fronteggiare la crisi interna e gli alti livelli di disoccupazione alimentando i rischi di un eccesso di liquidità che potrebbe creare una nuova bolla come già fu quella dei mutui subprime.
L'impegno europeo a nuove regole risponde alla necessità di dare un segnale forte nel bel mezzo di una seconda ondata di crisi sovrana, che ha visto la reazione dell'Eurogruppo verso i Paesi in maggiore difficoltà. Assiom Forex ospita anche la chiusura dei lavori delle Commissioni dei Mercati, a ulteriore supporto dei temi in discussione nella tavola rotonda e che mirano a rafforzare un efficiente, solido e ampio impianto di regole che vengano condivise globalmente per un più corretto funzionamento dei mercati finanziari internazionali.
Il rischio sovrano è diventato cruciale nelle strategie di mercato che spaziano dai governativi sino agli emittenti bancari e corporate. Le implicazioni di una corretta analisi del rischio emittente abbracciano quindi l'attività operativa, del risk management e della gestione patrimoniale. A tal proposito, spiega il presidente Assiom Forex, Giuseppe Attanà: «La gestione dei portafogli di titoli governativi è sempre più un'attività fondamentale per le tesorerie bancarie internazionali, anche tenendo in considerazione le nuove regolamentazioni previste da Basilea, che conferiscono a queste tipologie di titoli un ruolo centrale tra le riserve di liquidità».