Milano, derubato e stuprato da due egiziani: arrestati

Gli hanno chiesto una sigaretta. Poi hanno sollevato di peso il 18enne e lo hanno portato nel parco Lambro, dove gli hanno rubato il portafoglio e hanno abusato di lui. La polizia li ha presi pochi giorni dopo. Erano autori di numerose rapine in zona

Milano - Due cittadini egiziani sono stati arrestati dalla polizia per rispondere di stupro e rapina: uno dei due ha violentato un giovane passante 18enne che aveva tentato di sottrarsi alla richiesta di una sigaretta e alla rapina del portafogli. Sono finiti in carcere Htem Darwish, 19 anni (quello che materialmente ha consumato lo stupro) e Samh Gana Meslhe, di 21 (che ha partecipato alla rapina e poi ha controllato che nessuno arrivasse quando il giovane è stato violentato). La violenza è avvenuta a tarda sera il 29 settembre al Parco Lambro, e solo oggi, con l’arresto dei due responsabili, la polizia ne ha dato notizia.

Identikit Ai due gli investigatori sono arrivati sulla base delle descrizioni del giovane: uno degli egiziani aveva i capelli tinti di biondo, il secondo aveva delle basette particolarmente pronunciate. Tra l’altro gli stessi, nei giorni successivi, hanno compiuto altre due rapine ai danni di altrettanti passanti. E sempre nella stessa via, la via Crescenzago. 

La cattura Per primo è stato fermato uno dei responsabili dall’equipaggio di una "volante". Poco dopo gli agenti sono entrati in un appartamento di viale Padova e hanno sorpreso il violentatore. Nella casa sono stati trovati il coltello da cucina usato per intimidire le vittime e parte dei bottini delle rapine. Gli investigatori temono che i due possano essere responsabili di altre rapine nella zona.