«Milano deve attirare più studenti stranieri»

C’è anche il presidente della Repubblica a caldeggiare università aperte al di là dei confini del Paese. Giorgio Napolitano, all’inaugurazione dell’anno accademico della Bocconi, parla di «rafforzare la capacità di attrazione» e di «non sottovalutare il ruolo delle università». Il rettore, Angelo Provasoli, coniuga il discorso in milanese e chiede di fare di più per portare a Milano i cervelli stranieri. «Servono interventi che rendano ancora più appetibile e fruibile la nostra città» dice nella relazione. Sceglie di essere il più concreto possibile: «Mi riferisco a aspetti importanti legati agli alloggi per studenti, alle rete di trasporti, alle strutture sportive, alla promozione territoriale. (...)