«Milano diversa da Roma Sulle strisce blu si paga»

Il Codacons invita il sindaco Letizia Moratti a imitare quello di Roma Gianni Alemanno che ha accettato il pronunciamento del Tar del Lazio rinunciando ad impugnare la sentenza al Consiglio di Stato che ha bocciato il pagamento del parcheggio sulle strisce blu dove non ci siano possibilità di sosta gratuita. «La verità - spiega Marco Maria Donzelli, presidente del Codacons - è che in tutte le grandi città, pur di spillare soldi ai cittadini, hanno esteso a dismisura e a casaccio le aree a pagamento, inventandosi che erano tutte zone di rilevanza urbanistica, trasformando un’eccezione nella regola generale. Nessuno, però, poteva realmente motivare gli atti, dato che nemmeno la persona più fantasiosa può dimostrare che una zona periferica come via Adige sia rilevante come piazza Duomo». Per l’assessore alla Mobilità, Edoardo Croci «la vicenda riguarda la cronaca locale romana e non ha ricadute su Milano. Qui non c’è problema, perché tutti gli interventi di regolarizzazione della sosta, tramite le strisce gialle e blu, sono stati preceduti da studi approfonditi, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo».