Milano festeggia la lentezza: multe ai frettolosi. E Sgarbi legge Dante

Il 25 febbraio i milanesi dovranno stare attenti alle multe. Non
quelle dei vigili, ma quella della speciale "’pattuglia anti-stress", che con il "passovelox" fermerà i passanti
troppo frettolosi in piazza San Carlo. È questa una delle iniziative organizzate dall’associazione «Vivere
con Lentezza», presentata dall’assessore Ombretta Colli in occasione della Giornata mondiale della Lentezza

Il 25 febbraio i milanesi dovranno stare attenti alle multe. Non quelle dei vigili, ma quella della speciale "’pattuglia anti-stress", che con il "passovelox" fermerà i passanti troppo frettolosi, in piazza San Carlo. È questa una delle iniziative organizzate dall’associazione «Vivere con Lentezza», presentata stamani a Palazzo Marino dall’assessore alle Aree cittadine e consigli di zona del Comune Ombretta Colli in occasione della Giornata mondiale della Lentezza.«Come speciale contravvenzione ’obblighiamò a camminare con calma fino a san Babila», spiega Giorgio Reali, dell’associazione Giochi dimenticati, tra i promotori della giornata. «E per le persone che oltre a correre parleranno al cellulare, contravvenzione doppia». Ai frettolosi verrà consegnata una cartolina con i ’comandaLentì e l’invito all’evento «E poi uscimmo a rimirar le stelle»: al Franco Parenti si potrà ascoltare la Divina Commedia. Con un interprete d’eccezione: l’assessore alla Cultura del Comune Vittorio Sgarbi.

Ma Milano non è l’unica città che si ritaglierà degli spazi al di fuori dei ritmi frenetici di tutti i giorni, sono moltissimi gli eventi organizzati in Italia e all’estero. In molte altre si terrà la maratona della lentezza, a Lione, ad esempio, ci sarà una giornata dedicata al ’bed in’, a rimanere a letto, la banca del tempo di Guspini, a Medio Campidano, in Sardegna, si seminerà il tempo, dei semi di lino da cui poi si ricaveranno tessuti, il castello di Belgioioso sarà la cornice per gustare una tazza di the verde, preparato secondo le regole dell’antica cerimonia. A Romagnese si potrà provare a sciare sull’erba. L’associazione della Lentezza sbarca anche oltreoceano, con un festival a New York, per un festival che si terrà dal 25 al 27 febbraio.In Union Square saranno all’opera i vigili della lentezza e verrà proposto ai newyorchesi di fermarsi a giocare su un grosso tappeto, con l’accademia dei Giochi dimenticati. «Questa giornata è un’opera collettiva - afferma il presidente dell’associazione Vivere con lentezza, Bruno Contigiani - il tempo è di ciascuno, se una persona sta bene quando fa le cose di fretta non c’è nulla di male, se invece soffre lo stress, ecco, allora è il momento di rallentare. Qualcuno dice che Milano pensa solo ai ’danè’, e va di corsa perché impegnata. Ma in fondo, anche per far soldi occorre fermarsi a riflettere, per farsi venire una buona idea. L’associazione nasce da un gruppo di persone che immerse nella frenesia quotidiana hanno iniziato a porsi delle domande sulla propria insoddisfazione. Poi ci siamo accorti che molta gente era animata dalla nostra stessa aspirazione, a questo punto è nata l’associazione e questa iniziativa».