Da Milano a Foggia in ventiquattro ore

Da una coppia di Foggia in viaggio da quasi 24 ore con bimbi di 11, 12 anni e una neonata di due mesi, a una ragazza costretta a rimandare il ricovero in ospedale; da anziani in carrozzella trasferiti da un treno all’altro. È vario il campionario dei disagi causati dall’incidente ferroviario di Loreto. Aveva avuto problemi già a Civitanova e San Benedetto (surriscaldamento e perdita d'olio) il carrello della prima carrozza del vagone letto dell'Intercity 784 Crotone-Milano rimasto poi bloccato a Porto Recanati. Per questo il treno viaggiava a una velocità ridotta di 30 km. «Sono quasi 24 ore che viaggiamo - si sono lagnati i due genitori di Foggia, Biagio e Paola - insieme ai nostri tre figli di 11, 12 anni e due mesi. Nessuno ci ha dato informazioni, né acqua o viveri fino a Osimo. Siamo partiti ieri alle 18, sono quasi le 13 e siamo ancora sul treno. Non è possibile essere trattati così».