Milano Gay picchiato e insultato da tre uomini

Un omosessuale di 47 anni è stato picchiato e insultato da tre uomini a Milano. L’episodio è avvenuto in via Rubicone, sulla Milano-Meda all’interno del McDonald. Secondo quanto ha raccontato l’uomo alla polizia, ieri sera si trovava nel parcheggio del cimitero di Bruzzano quando un’auto gli ha lampeggiato, lui si è spaventato ed è fuggito. Sempre secondo il racconto della vittima si sarebbe rifugiato all’interno del McDonald dove i tre a bordo dell’auto lo avrebbero raggiunto e preso a calci, pugni e schiaffi apostrofandolo con parole pesanti. L’uomo è riuscito a sfuggire all’aggressione rifugiandosi nell’ufficio del direttore del fast food. I tre sono scappati subito dopo. L’Arcigay di Milano denuncia «l’ennesimo caso di violenza omofobica, tanto più grave perché consumatasi davanti a parecchi testimoni, senza però che nessuno di essi intervenisse per difendere la vittima dell’aggressione». «Nel giorno di entrata in vigore in Europa del Trattato di Lisbona che stabilisce il principio di non discriminazione anche per ragioni quale l’orientamento sessuale, apprendiamo con rabbia l’ennesima aggressione ai danni di una persona omosessuale» sottolinea Marco Mori, presidente del Cig, Comitato provinciale Arcigay di Milano. Da gennaio 2009 a oggi la cronaca ha registrato contro i gay 8 omicidi, più di 70 violenze ed aggressioni, 8 estorsioni e 7 atti vandalici.