Milano inarrestabile Butler in touch down fa sognare i Rhinos

Buona la seconda. Dopo la vittoria di settimana scorsa sui Warriors, ieri a Parma i Kobra Rhinos Milano hanno centrato il secondo successo consecutivo nell'Italian Football League (campionato tricolore di football Usa) riuscendo a trionfare contro gli ex capolista Panthers per 20-14. Una vittoria figlia dell'ottima prestazione offensiva del runningback Jason Butler, autore di tre touch down, e della perizia difensiva di tutto il reparto arretrato. Retroguardia che è stata capace di tagliare i rifornimenti allo straripante ricevitore parmigiano Craig McIntyre, elemento che negli ultimi cinque match era stato capace di segnare dieci mete ma che ieri si è dovuto accontentare di un'unica segnatura e con la gara agli sgoccioli.
I ragazzi di coach Zamichieli hanno interpretato al meglio la sfida fin dall'avvio, partendo a tutto gas e alternando alla perfezione i giochi di lancio e di corsa. L'inizio è tutto di marca milanese, con due mete di Butler che hanno preso in contropiede gli avversari. Dopo aver accusato la bruciante partenza arancio-nera, le pantere di Parma si scrollano subito di dosso la sorpresa dimezzando lo svantaggio e facendo calare il sipario a metà gara sul 13-6.
Il rinnovato vigore dei bianconeri emiliani non ha però l'effetto di fermare la giornata di grazia di Bulter, che in avvio di terza frazione porta i rinoceronti meneghini addirittura avanti di 14 lunghezze. Sul punteggio di 20-6 la gara cala di intensità: da una parte i padroni di casa sembrano ormai disorientati, dall'altra Milano vede incepparsi un meccanismo fino a quel momento perfetto. Una fase di stallo che ha però vita breve, perché nel finale i Panthers hanno uno scatto d'orgoglio con McIntyre, suo il 20-14. Spaventati, i Rhinos allo scadere avrebbero l’azione del ko con l'onnipresente Butler, il cui urlo per la quarta segnatura personale della partita viene però ricacciato in gola per via di un fallo della difesa di casa.
Con questa vittoria, che cancella il ricordo delle scoppole subite negli ultimi due precedenti disputati a Parma, la stagione dei Rhinos riparte con vigore e la squadra può guardare all'orizzonte con rinnovate ambizioni playoff. Quel traguardo che sembrava precluso dopo un pessimo avvio di campionato, tre sconfitte nelle prime sfide, ma soprattutto dopo aver perso ad Ancona venti giorni fa. Ora si può guardare con fiducia al futuro, soprattutto perché la società meneghina sa di poter confidare anche nelle seconde linee e nel valore dei giovani ricevitori italiani, su tutti Sisillo e Arioli: i due a Parma non sono andati a segno ma si sono fatti sempre trovare molto pronti sui lanci dell'ispiratissimo Meier.