Milano miglior Borsa d’Europa

Per i bancari rialzi in media del 5%

Palma di migliore Borsa d’Europa ieri per Piazza Affari. Il Mibtel ha chiuso in crescita del 2,7%. L’euforia sui listini è cominciata in mattinata, con le notizie degli ulteriori cali del prezzo del petrolio. Ma secondo gli operatori, il rialzo è dovuto anche a ricoperture dopo gli scivoloni delle ultime settimane. In tutta Europa è stata una giornata di grandi acquisti sui bancari. A Milano, Mediolanum ha fatto registrare un incremento del 6,34%, il gruppo Intesa Sanpaolo del 6,01%, Unicredit del 5,86%, Bpm del 4,10% e Mediobanca del 4,06%. Meno evidente il rialzo del Monte dei Paschi di Siena, che ha chiuso in aumento del 2,30% (ma aveva guadagnato anche l’altro ieri). A ruota delle banche è cresciuto con forza anche il settore assicurativo, con Generali in aumento del 3,57%. Bene anche Alleanza (+4,58%) e Unipol, (+3,48%). Ma star della giornata è stata Autogrill, che ha chiuso in aumento dell’8,61%, insieme a Luxottica, che ha registrato un più 6,55%, e Pirelli, salita del 7,51%; in evidenza anche Pirelli Re, con più 9,68%. Rialzi anche per le blue chip Seat Pagine gialle (+6,46%), Fiat (+5,09%) e soprattutto Mediaset (+6,20%) e Piaggio (+8,88%). Recupera, inoltre, Telecom Italia (+4,06%) e segna rialzi quasi tutto il comparto editoriale, con in evidenza Rcs (+7,48%), Mondadori (+5,67%), L’Espresso (1,55%), mentre Il Sole 24 Ore ha chiuso in calo dell’1,46%. Hanno sofferto invece gli energetici: A2A ed Eni hanno perso solo, rispettivamente, lo 0,30% e lo 0,38%, mentre Tenaris ha ceduto l’1,15%, Saipem l’1,75% e Snam rete gas l’1,85%. A livello di indici europei, Londra è salita del 2,31%, Francoforte del 2,66%, Parigi del 2,47%, Amsterdam del 2,80% e Madrid del 2,59%.