Milano moda uomo: lo stile cinese debutta in passerella

Oggi il via alle sfilate: 50 appuntamenti e un maxischermo in piazza San Babila

Saranno cinque giorni frenetici. Si parte oggi e fino a giovedì 18 il surplus di traffico avrà un’unica causa: la moda. Quella moda che, però, riempie gli alberghi e fa esporre ai ristoranti il tutto esaurito. Moda, amore e odio. Moda, affari e caos. Una Milano che si riprende faticosamente dalle feste ricomincia a vivere alla grande tra defilè, eventi, mostre, presentazioni. È o non è la capitale mondiale del pret a porter? La risposta è un coro di sì. E lo dimostra a ogni appuntamento modaiolo. Questo nuovo anno, si apre con Milano Moda Uomo, una cinquantina di sfilate e altrettante presentazioni sparse per tutta la città per far vedere come si vestiranno gli uomini il prossimo inverno. Da un calcolo approssimativo, dieci sfilate ogni 24 ore. Che si potranno ammirare anche in piazza San Babila grazie a un maxi schermo che porterà la moda tra la gente. Sono molti gli eventi offerti dalla città per celebrare questa importante kermesse: la prima dell’opera Lohengrin il 17 gennaio alla Scala, passando per le mostre su Cartier-Bresson e Arturo Martini. Oltre 10 mila gli addetti ai lavori tra buyer e giornalisti provenienti da tutto il mondo. Sono più di 1200 i rappresentanti dei più importanti media nazionali e internazionali giunti da 27 paesi pronti ad assistere alle presentazioni delle collezioni uomo. Tre i nomi nuovi che sfileranno: Haute, Lilang e Roen. Lilang merita un’attenzione particolare visto che si tratta della prima maison cinese che sceglie di debuttare sul mercato italiano. «Attraverso la presentazione della nostra collezione alla Borsa di Milano – spiega Ji Wenbo, direttore creativo del marchio - vogliamo portare a conoscenza del mercato italiano le ispirazioni della cultura cinese, con l’obiettivo di migliorare la comunicazione e la cooperazione tra le industrie della moda italiane e cinesi». In passerella, martedì 16 alle 20,30 alla Borsa di piazza Affari, si potranno anche ammirare un gruppo di otto danzatori e l’affascinante Mo Wandan, eletta modella dell’anno 2006 in Cina. Tante le attrazioni della prima fila. Tanti sono i personaggi famosi che presenziano alle sfilate dei marchi più noti. Già oggi, a esempio, Michael Schumacher, Jean Todd e altri della squadra della Ferrari saranno gli ospiti d’onore, con Caterina Murino l’ultima Bond girl, di Dolce e Gabbana. Anche il Nobel Dario Fo debutta nel mondo della moda con il marchio Romeo Gigli, oggi disegnato da Gentucca Bini. Per l’occasione l’artista ha creato, con le tecnologie più avanzate, delle riproduzioni di dieci tele del Mantegna. Stefano Bettarini, Fabrizio Ravanelli, Lory Del Santo, Raffaella Bergé, Massimiliano Ossini, Paolo Belli, Maurizio Aiello, Flavio Montrucchio, Alessia Mancini, oltre al vincitore del Grande Fratello 6, Augusto De Megni saranno da Carlo Pignatelli. Attesissima Sabrina Ferilli, impegnata al teatro Manzoni con la commedia “La presidentessa”, da Alessandro Dell’Acqua.