MILANO MONDIALE

I mondiali tra chi lavora e chi no. Benché in tanti, specialmente tra i giovani, non abbiano dovuto rinunciare a seguire comodamente Italia-Repubblica Ceca, in molti uffici ci si è organizzati per non perdere l’appuntamento con Totti e compagni: negandosi al telefono, scambiando turni, rinviando riunioni. Ci sono negozi che hanno chiuso per la durata dell’incontro. Ma c’è anche chi ha continuato a lavorare e si è arrangiato. Ecco un mini viaggio nel tifo fra ospedali, caserme, parrocchie alla scoperta del loro «pomeriggio azzurro».