Milano, la Moratti smentisce la pace con Lassini E lui rilancia: se vengo eletto, potrei rimanere

Dopo la<strong><a href="http://www.ilgiornale.it/interni/il_miracolo_donne_incontro_pace_moratti... target="_blank"> c</a><a href="http://www.ilgiornale.it/interni/il_miracolo_donne_incontro_pace_moratti... target="_blank">ena con abbraccio</a></strong> tra la Moratti e la moglie di Lassini, la pace sembrava fatta. Invece il sindaco ribadisce: &quot;Ho già dichiarato la mia incompatibilità con lui&quot;. E Lassini: &quot;Se sarò eletto bisogna rispettare la volontà degli elettori&quot;

Falso allarme. Quella che sembrava una pace fatta, sancita dall'abbraccio tra la Moratti e la signora Mariuccia, moglie di Lassini, si è rivelata non proprio veritiera. Nella cena del Pdl, il sindaco aveva pure espresso il desiderio di conoscere Lassini. Ma ora torna a insistere: "Non voglio continuare a rincorrere un caso che è assolutamente chiuso - ha affermato Letizia Moratti, a margine di una conferenza a Palazzo Marino -. Ho già dichiarato più volte la mia incompatibilità con Lassini".

Letizia Moratti non sembra aver apprezzato le parole di Lassini che ieri, in un’intervista radiofonica, ha lasciato intendere una riconciliazione tra la sua famiglia e il sindaco, dal momento che la moglie ha incontrato e conversato con la Moratti durante la cena elettorale in rosa di martedì scorso. "Diverso è il fatto che io abbia salutato la moglie - ha puntualizzato il sindaco Moratti - perché tengo separati responsabilità e ruoli politici dai ruoli umani". Insomma, nessuna riconciliazione. E il candidato nella lista del Pdl e indagato per vilipendio rilancia: "Se sarò eletto penso che vada rispettata la volontà degli elettori".