Milano, in mostra il mondo dei robot

I robot sbarcano all'ombra della Madonnina e, per la prima volta in Italia, avranno a disposizione uno spazio tutto per loro, una vera e propria Arena dove potranno dimostrare tutte le loro abilità. Succede a Robotica 2009, in programma da mercoledì 25 a sabato 28 novembre<br />

Milano - I robot sbarcano all'ombra della Madonnina e, per la prima volta in Italia, avranno a disposizione uno spazio tutto per loro, una vera e propria Arena dove potranno dimostrare tutte le loro abilità. Succede a Robotica 2009, in programma da mercoledì 25 a sabato 28 novembre (orario 9,30-18,30) al Centro Servizi di Fiera Milano Rho (Ingresso Sud). A scendere in campo nell’Arena allestita al centro dell'area espositiva di Robotica 2009 sarà un’innovativa serie di prodotti al servizio dell’uomo e della qualità della vita, i robot cosiddetti "non-manufacturing", o service robot, che si prestano a diversi impieghi, da quelli per il tempo libero e l’entertainment all’uso "educativo", dalle applicazioni domestiche a quelle nel settore medico e nelle situazioni di pericolo.

Robot al servizio dell'uomo
Durante i quattro giorni di Robotica 2009 sia nell’Arena sia presso gli stand degli espositori si susseguiranno dimostrazioni e performance che vedranno protagonisti robot di servizio o da intrattenimento, che si arrampicano o che giocano a calcio. Ma ecco una panoramica completa di ciò che i visitatori di tutte le età potranno ammirare. Il PMARlab dell’Università di Genova presenterà un braccio meccanico in grado di piegarsi e sollevare la propria "mano" di una decina di centimetri. La sua originalità consiste nel non essere azionato da servomotori, ma da un polimero a cristalli liquidi in grado di contrarsi o distendersi come un muscolo: basta aggiungere o sottrarre calore. Il laboratorio genovese mostrerà anche una testa robotica molto particolare, con un calcolatore al posto del cervello e una telecamera in luogo degli occhi. Progettata per seguire oggetti che si muovono molto rapidamente, è capace di non perdere mai di vista il proprio obiettivo e dispone di un’intelligenza artificiale che le permette di operare autonomamente una volta impostati i parametri di ricerca.

I robot calciatori saranno più forti dei campioni del mondo  Anche gli appassionati di calcio troveranno a Robotica 2009 pane per i loro denti. Presso lo stand del Dipartimento di Informatica e Sistemistica dell’Università La Sapienza di Roma, infatti, verranno proiettati video di vere e proprie partite. Soltanto che i giocatori sono… robot,. Si tratta degli incontri giocati durante l’ultima edizione della RoboCup, svoltasi quest’anno a Graz, in Austria, un vero e proprio campionato del mondo che vede coinvolti dipartimenti universitari e centri ricerca dei cinque continenti. Una sfida ideata nel 1993 con l’obiettivo di realizzare e portare in campo, verso la metà del XXI secolo, un team di robot umanoidi autonomi in grado di sfidare – e possibilmente battere – la nazionale di calcio (umana) che fra 40 anni sarà campione del mondo. Nell’Arena di Robotica 2009 (sponsorizzata, tra gli altri, da Maxon Motor) verrà anche presentato uno dei robot umanoidi che fanno parte della squadra della Sapienza, che dimostrerà al pubblico le proprie abilità con la palla.