Milano, museo del '900: oltre 100mila visitatori in 13 giorni

Straordinario riscontro di pubblico per il Museo del Novecento, che domenica pomeriggio ha toccato i centomila ingressi in soli 13 giorni di apertura al pubblico. Nella sola giornata di sabato il museo ha ospitato oltre 10.200 persone. «Superare i centomila visitatori, e averne avuti oltre diecimila nella sola giornata di sabato, significa superare l'idea che la cultura sia "roba da ricchi" - ha commentato l'assessore alla Cultura Massimiliano Finazzer Flory -. Centomila visitatori sono un milione di emozioni e sentimenti che si offrono a Milano. De resto l'arte viene da lontano e va lontano, e la gente si raccoglie intorno ad essa perché ha bisogno di storie, miti, riti e futuro. Da oggi - ha concluso - possiamo davvero credere che intorno a questo Museo si possa raggiungere il mezzo milione di visitatori su base annua».
Il Museo del Novecento resterà ad ingresso gratuito fino al 28 febbraio 2011. Grande affluenza anche a Palazzo Reale dove proseguono le mostre di Salvador Dalì, che ha toccato i 220mila visitatori, e di «Al Fann - L'arte delle civiltà islamiche», ha raggiunto quota 13.200 ingressi.
Mentre la mostra «Sacro Lombardo. Dai Borromei al Simbolismo», in programmazione fino al 6 gennaio, ha raggiunto i 6200 visitatori e l'«esoterico» e raffinato Ciurlionis, visitabile fino al 13 febbraio, sta raggiungendo quota 3mila.
Sempre a Palazzo Reale, è aperta al pubblico da ieri la mostra «Milano. Ultimo atto d'amore Merini-Rotella», percorso espositivo anche mutimediale che racconta, sullo sfondo della città di Milano, la poesia di Alda Merini e l'arte di Mimmo Rotella. Alla Rotonda della Besana prosegue fino al 30 gennaio «2050. Il pianeta ha bisogno di te», che è stata visitata da 4.500 persone, mentre la «mostra impossibile» di Caravaggio a Palazzo della Ragione ha già toccato i 13.500 ingressi.