Da Milano a Napoli, storie e misteri dei quartieri cinesi

Dei cinesi trapiantati nel Belpaese in fondo si sa poco. Tanti misteri e un’infinità di leggende metropolitane. A cercare di illuminare un fenomeno, come spiega l’introduzione, per «certi versi dissimile da quello» dei grandi quartieri orientali «sorti ormai in tutto il continente americano» ci ha provato il giornalista milanese Fabrizio Cassinelli nel libro «Chinatown, Italia» (Aliberti editore). Si parla dei disordini scoppiati lo scorso aprile in Paolo Sarpi, della complessa realtà immigratoria nel capoluogo lombardo e di tutte le ultime vicende a essa collegate. Il viaggio porta in altre città italiane e approda alla «Spartizione di Napoli». Oltre 260 pagine di storie, analisi, personaggi, vicende e fenomeni, anche tra degrado e illegalità: «Dalle lanterne rosse» all’«Ospedale sottoterra», passando per i «Giochi pericolosi».