A Milano operazione alla mano per il premier Il chirurgo: "L'intervento è andato benissimo"

Il presidente del Consiglio è stato operato, nella clinica Humanitas di Rozzano, per una sindrome da tunnel carpale destro. L'intervento è durato circa dieci minuti. Il premier non avrà bisogno di riposo ma solo di stare attento fino alla piena guarigione della ferita e fare esercizio per la riabilitazione

Milano - "È andata benissimo, un intervento rapido e semplice, senza complicazioni o problemi": è questo il bollettino medico di Silvio Berlusconi, letto poco fa dal professor Alberto Lazzerini, primario di chirurgia della mano che ha operato stamani il premier nella clinica Humanitas di Rozzano, nel Milanese, per una sindrome da tunnel carpale al polso destro. Nello scorso mese di ottobre Berlusconi era stato sottoposto ad una operazione identica al polso sinistro. Il medico curante ha spiegato che Berlusconi "ha già iniziato a riutilizzrae la mano, anche se l’uso completo potrà averlo tra circa 10 giorni" e ha aggiunto che il premier sarà dimesso in giornata.

Operazione rapida L’operazione è stata "rapida", ed è durata circa "dieci minuti". "Abbiamo liberato - aggiunge il medico - un nervo che era compresso attraverso l’apertura di un canale. Nel primo pomeriggio Berlusconi andrà a casa e per quanto riguarda la riabilitazione sarà rapida e ha già iniziato a usare la mano". Secondo il professor Lazzerini il presidente del Consiglio "non avrà limitazioni nell’uso della mano se non quelle per la cura di una piccola ferita chirurgica".