Milano, pacco bomba davanti a un Eni store: disinnescato l'ordigno

Il pacco bomba è stato trovato in via Melzi D’Eril all’angolo con corso
Sempione. Non si conosce l'obiettivo del pacco, ma a pochi metri si trovano la redazione
del <em>Fatto</em> e della Rai

Milano - Allarme in pieno centro a Milano. Un pacco bomba è stato messo davanti a un Eni Store, in via Melzi D’Eril all’angolo con corso Sempione. Ad avvisare gli agenti il gestore e i dipendenti del negozio che hanno visto l'ordigno davanti alle vetrine. Al momento non si conosce ancora l'obiettivo del pacco, ma a pochi metri si trovano prima la redazione milanese del Fatto, poi la Rai.

L'intervento degli artificieri Gli artificieri hanno già disattivato l’ordigno e ispezionato gli stabili. Quello rinvenuto era un ordigno che avrebbe potuto provocare danni perché collegato ad alcune bottiglie contenenti benzina. Si tratta, infatti, di un ordigno incendiario contente tre petardi il cui innesco era collegato a una bottiglia di benzina.

Nessuna rivendiacazione All'interno del pacco non sono stati trovati biglietti o rivendicazioni. Anche il giornalista del Fatto Peter Gomez, smentisce ai microfoni di Radio 24 è sicuro che l’ordigno non era indirizzato alla redazione: "Non è per noi. C’è un Energy store dell’Eni all’angolo - ha detto Gomez - e la bombetta incendiaria era piazzata proprio davanti alla loro vetrina".