A Milano Palmeri lascia il Pdl L’ex berlusconiano passa con i futuristi

È la prima defezione di un berlusconiano. Manfredi Palmeri, presidente del consiglio comunale di Milano, lascia il Pdl e, secondo alcune indiscrezioni, entra nelle fila di Futuro e libertà. Manfredi Palmeri, classe 1974, è un nome molto noto a Milano: proviene dall’esperienza di Forza Italia e alle ultime amministrative ha raccolto circa 4500 preferenze, un bottino ragguardevole. Insomma, finora aveva seguito la traiettoria di gran parte dei quadri del Pdl, legando la propria storia politica a quella del Cavaliere. E questo per quasi dieci anni: Manfredi Palmeri, infatti, è stato consigliere comunale dal 2001 al 2006; poi, in quell’anno, il grande salto e l’arrivo sulla poltrona di numero uno del consiglio comunale. Oggi il presidente terrà una conferenza stampa e sarà possibile valutare meglio le ricadute della sua scelta.