Milano-Pavia, il fascino di una corsa: 32 km lungo l’alzaia

Un percorso semplice e lineare che si snoda lungo l’alzaia del Naviglio pavese, con partenza dalla Darsena di Milano e arrivo in corrispondenza del Ponte Coperto di Pavia. È la «Milano-Pavia», una corsa su strada che domenica 28 settembre festeggerà i suoi primi 23 anni di vita.
La sua caratteristica distintiva è la distanza anomala di 32,756 chilometri, che la rende praticamente unica nel suo genere e allo stesso tempo affascinante. Rappresenta una sfida con se stessi: il percorso, forse un po’ noioso perché sempre dritto lungo l’alzaia, mette a dura prova non solo il fisico ma anche lo spirito agonistico di ogni partecipante. È per questo che gli organizzatori la definiscono una gara da amare oppure da odiare: sembra che il Naviglio non finisca mai e che Pavia, là in fondo, sia irraggiungibile.
La competizione, resa possibile dal lavoro volontario di oltre cento sportivi ed ex sportivi, ha visto incrementare anno dopo anno il numero dei partecipanti, che, dai 400 della prima edizione, nel 2007 hanno raggiunto i 1500.