Milano in piazza: Clementina libera

«Siamo tutti qui per far sentire alla famiglia che siamo loro vicini con la speranza che magari Clementina, attraverso la tv satellitare, possa vederci». L'assessore alle Politiche sociali, Tiziana Maiolo - ieri pomeriggio - ha espresso un pensiero comune a tutti i ragazzi e le ragazze, le donne e gli uomini che ieri affollavano piazza della Scala per la manifestazione per la liberazione di Clementina Cantoni. Una folla di gente che riempiva tutta la piazza.
Politici, appartenenti ad associazioni di volontariato, ma soprattutto tanta gente comune. Circa 600 persone che volevano far sentire la propria solidarietà di «gente vicino alla gente» - come ci ha detto un gruppo di giovani, riferendosi alla volontaria sequestrata in Afghanistan. «Quando c'è in ballo la vita di una persona servono aiuti concreti, senza distinzioni politiche» ha sottolineato Giulio Gallera, assessore al Decentramento che, con l’assessore al personale Carlo Magri e la Maiolo, erano in piazza in rappresentanza del Comune.

Annunci

Altri articoli