Milano premia i suoi più grandi campioni

Tre giorni full, il massimo per celebrare la Giornata nazionale dello sport di domani. Ma già oggi Milano è in pista, alle ore 11,30 nello Spazio Dibattiti in Piazza Cannone al Castello sforzesco vengono presentate in anteprima assoluta le più belle immagini di tutti i tempi dello sport mondiale e dei suoi protagonisti. Verranno proiettati i momenti più emozionanti dei Giochi Olimpici di Torino 2006, del Milan Campione d’Europa e dell’Inter Campione d’Italia, alla presenza dei rappresentanti delle squadre con immagini alternate al Giro d’Italia e alla partita della nazionale contro Far Oer.
Domani invece protagonista assoluto il Coni. L’Italia sportiva scenderà in campo all’insegna di Prima di tutto c’è lo Sport, lo slogan con il cui il Comitato olimpico nazionale ha battezzato la Giornata Nazionale dello Sport. Le città italiane faranno da teatro a tornei giovanili, gare, esibizioni e saggi sportivi, in Lombardia coinvolte tutte le province, Milano in testa. Al Palalido dalle 9 alle 17 si svolgerà il trofeo Città di Milano in sintonia con la Notte bianca dello Sport con gare di calcetto, minibasket, minivolley e atletica leggera. Saranno inoltre organizzati campi di baseball, tennis e rugby. Il presidente del Coni regionale Pino Zoppini spiega: «Il tentativo è quello di rendere il più visibile possibile lo sport di base. Sarà una giornata dove chiunque può arrivare, iscriversi, partecipare e vincere. Ci saranno degli istruttori per chi vuole apprendere alcune discipline sportive, ma anche diverse società che daranno vita a competizioni sane e piacevoli a cui assistere. Se noi riuscissimo a spiegare ai milanesi che certe realtà negative della società come l’obesità e le malattie cardiovascolari, si possono prevenire con la cultura dello sport, avremmo già raggiunto un primo grande obiettivo».
Lunedì poi ci sarà la consegna delle massime onorificenze del Coni con le Stelle d’oro, le Palme d’oro e le Medaglie d’oro a quegli atleti lombardi che si sono distinti alle Olimpiadi o ai mondiali con titoli o medaglie. La cerimonia alla presenza del prefetto Gian Valerio Lombardi, in perfetta sintonia con il presidente del Coni provinciale Filippo Grassia. Pino Zoppini riceverà dirigenti, tecnici, allenatori e atleti che hanno portato ai massimi livelli lo sport italiano. Cerimonia in via Vivaio presso l’Istituto dei ciechi. «Igor Cassina, Andrea Coppolino, Paolo Cozzi, Daniele Gilardoni, grandissimi nomi dello sport, dovrebbe esserci anche Vanessa Ferrari, la ginnasta del miracolo. Lei lunedì ha un compito in classe, le ho parlato, ha detto che farà il possibile per essere presente e le credo - ha detto Zoppini parlando dei premiati. Ma è certa la presenza di Angelo Mario Moratti, vicepresidente dell’Inter. È qui perché l’Inter sarà celebrata per i suoi ultimi due scudetti, quello di quest’anno e quello della scorsa stagione, del resto gli è stato assegnato in questa».