A Milano record di stupri: da inizio anno 328 casi

Sono 328 le vittime, dall’inizio dell’anno, che hanno fatto ricorso alle cure del soccorso violenza sessuale del Policlinico di Milano. Un record negativo: per la prima volta dalla nascita del servizio, il 15 maggio 1996, si è infatti superata quota 300. Tra i soggetti più a rischio, soprattutto adolescenti tra i 14 e i 17 anni che vivono in città. È a Milano che avviene più della metà degli abusi, il 55 per cento del totale, e a spaventare di più è la zona della stazione Centrale.
«Terrificante» la definisce Cecilia Zoffoli, assistente sociale e consulente del Policlinico, che da quasi dodici anni assiste le vittime di abusi sessuali. «Giovanni donne italiane che vivono in città e conoscono il loro aguzzino». È questo l’identikit delle vittime che fornisce la Zoffoli.