Milano, ritrovato ordigno in un nuovo commissariato

Una bomba, accesa ma inesplosa, è stata ritrovata nella sede di un commissariato ancora da inaugurare nella zona Ovest della città. Si tratta di un tubo di ferro pieno di polvere da sparo. Rivendicazione a Radio Popolare del fronte rivoluzionario per il comunismo, sigla già nota per altri attentati

Milano - Un rudimentale ordigno è stato scoperto in un commissariato ancora da inaugurare nella zona Ovest di Milano, in via Lorenteggio angolo via Primaticcio, e quindi senza sorveglianza. L'ordigno, che era stato acceso, non è esploso per motivi ancora da accertare. Si tratta, spiegano gli inquirenti, di un tubo lungo 30 centimetri per quattro di diametro, pieno di una polvere granulosa nera (attualmente all'analisi degli artificieri della polizia) e con una miccia. Una rivendicazione è giunta a una radio milanese, Radio Popolare, e porta la firma del fronte rivoluzionario per il comunismo, un gruppo già noto in Italia e che in passato a Milano, ha firmato diverse azioni tra cui l'intimidazione nei confronti del giornalista Renato Farina, gli ordigni lasciati davanti alla Fiat di Milano e alla Cisl di Monza.