Milano-Romana pedonale e cantieri aperti a Brera: le isole priorità del 2011

Quella di Brera non sarà l’ultima isola pedonale che la giunta Moratti realizzerà entro la fine del mandato. Il Comune, infatti, sta valutando se ci sono i margini per portare avanti il progetto di pedonalizzazione della Milano Romana. Con una premessa, però: «Se i commercianti e i residenti si diranno d’accordo allora potremo chiudere via Lanzone e le via adiacenti anche prima della fine del mandato. Ripeto - spiega il vicesindaco e assessore alla Mobilità Riccardo De Corato - solo se la cosa sarà concordata con il quartiere, altrimenti, lasceremo il progetto in eredità alla prossima giunta».
Intanto ieri i tecnici dell’assessorato alla Mobilità hanno incontrato i commercianti di Brera per sgombrare il campo da dubbi e malintesi. Un tentativo di stroncare la protesta sul nascere? Due giorni fa Micaela Mainini, titolare dello storico bar Jamaica ha raccolto le firme dei suoi colleghi bollando come «inaccettabile il programma del Comune». Secondo Mainini, infatti, la chiusura al traffico di via Brera tra via del Carmine e bivio dei Fiori, tra gennaio e luglio, per la sostituzione dei masselli della pavimentazione e la creazione di un percorso ciclabile lungo l’itinerario via Monte di pietà-Porta Nuova rischierebbe di «danneggiare enormemente negozi e locali». Quello che preoccupa maggiormente i negozianti sono i lavori da marzo a luglio che impediranno di mettere sulla strada sedie e tavolini.
«I lavori che interesseranno via Brera sono stati programmati in modo da creare il minor disagio possibile ai residenti e agli esercenti della zona - spiega il vicesindaco - e, come è stato loro spiegato non impediranno ai locali, con la bella stagione, di posizionare i tavolini all’esterno». Il tratto di via Brera tra via Fiori Oscuri e via Pontaccio, l’angolo della movida, sarà interessato dalla cantierizzazione a partire dal 10 gennaio e dunque i lavori saranno concentrati nei mesi invernali.
Paura di rimanere bloccati sull’isola (pedonale)? A dissipare i timori ci pensa De Corato: «Intendo anche rassicurare i residenti sulla possibilità di accesso alla zona - ha spiegato -. L’ingresso in auto sarà garantito 24 ore su 24, mentre quello per il carico scarico merci avverrà nella fascia oraria 10-14, come è previsto per il centro storico».
Come spesso accade quando si parla di isola pedonale, i commercianti del quartiere frequentato da Fontana, Mulas e Tadini, sono divisi: se la titolare del bar Jamaica e i suoi colleghi criticano i cantieri, i 150 esercenti riuniti in Assobrera l’associazione dei commercianti di Brera, presieduta da Eleonora Scaramucci è favorevole: «Se i lavori servono per migliorare la situazione del quartiere - spiega - allora bisogna permettere al Comune di realizzarli». «Il quartiere è stato abbandonato e ha bisogno della riqualificazione» la denuncia, i commercianti stanno raccogliendo una serie di proposte e suggerimenti da sottoporre all’amministrazione.